Il Pakistan a una svolta?

Autore: 

L’anno scorso ha avuto inizio in Pakistan un processo di transizione democratica, che è sfociato nel 2008 nelle elezioni per il rinnovo del Parlamento e delle assemblee provinciali e, quindi, nelle dimissioni di Musharraf, seguite a breve da nuove elezioni presidenziali. Questo processo ha configurato, secondo diversi osservatori, una svolta nella “guerra al terrorismo” che da anni si combatte sui due lati della Durand Line. Le cose tuttavia sono più complesse e sfuggono a facili contrapposizioni tra sistema democratico, che si presuppone anti-islamista per vocazione, e forme di governo illiberali, che sarebbero legate, nelle percezioni comuni, alla diffusione del radicalismo islamico.

AllegatoDimensione
Ispi policy brief 2008.pdf79.13 KB

Argomenti []