Lo Sri Lanka dallo tsunami alla «guerra non dichiarata»

In Michelguglielmo Torri (a cura di), L'Asia negli anni del drago e dell'elefante 2005-2006. L'ascesa di Cina e India, le tensioni nel continente e il mutamento degli equilibri globali, Guerini, Milano 2007, pp. 201-227.

 

          Proprio mentre il numero di Asia Major 2004 andava in stampa, la devastante onda dello tsunami si abbatteva sullo Sri Lanka. Questo paese, come tutti quelli investiti dal maremoto del 26 dicembre 2004, si è trovato davanti a una tragedia umana senza precedenti. La situazione, nello Sri Lanka, era aggravata dal fatto che la calamità e tutte le sue implicazioni sono andate a sommarsi a una situazione politica già molto difficile e tesa. Lo tsunami ha quindi dominato gran parte del 2005, relegando sullo sfondo le vicende politiche, pur complesse e delicate, dello Sri Lanka. Poi, però, è arrivata l’elezione a presidente di Mahinda Rajapakse, appoggiato dai partiti ultranazionalisti Janatha Vimukthi Peramuna (JVP) e il Jathika Hela Urumaya (JHU) e la situazione politica si è rimessa in movimento; e non per il meglio.

 

AllegatoDimensione
AM 2006 - Sri Lanka.pdf178.94 KB

Argomenti []